Pino Insegno contro Barbara d’Urso: “Non è la regina degli ascolti”

Vedere Pino Insegno rilasciare “dichiarazioni al veleno” contro i suoi colleghi non è certo nella quotidianità delle cose. Ma evidentemente il conduttore e comico televisivo deve avere valide ragioni per le quali tornare alla carica con delle affermazioni che stavolta colpiscono nientedimeno che Barbara d’Urso! Ma andiamo con ordine: Pino Insegno e Paola Perego formano la coppia che ogni domenica si mette al timone di Domenica In, noto programma televisivo di Rai 1; Barbara d’Urso con la sua Domenica Live, invece, rappresenta la controproposta messa a punto da Mediaset.

E proprio la cara vecchia dottoressa giò, durante i suoi programmi, non manca mai di ringraziare il grande pubblico televisivo per averla premiata ripetutamente nella fatidica gara degli ascolti. Abitudine ormai consolidata che, evidentemente, non sembra andar giù a Pino Insegno:

Se alla signora Barbara D’Urso fa bene al cuore dire in giro che vince la gara degli ascolti nel pomeriggio della domenica, faccia pure. E fa niente che a noi risulta tutt’altra cosa. Si vede che sbagliano a leggere i numeri. Guardi: a me questa storia della battaglia degli ascolti non va proprio giù, ma se dobbiamo dire la verità, ebbene: che sia detta tutta.

A questo punto il conduttore di Domenica In spiega senza tanti giri di parole che in realtà, Barbara d’Urso, non sarebbe affatto la vincitrice degli ascolti. O quanto meno, che questo suo sbandierato primato non avrebbe luogo relativamente alla domenica televisiva:

La Rai ha deciso di porre fine al frazionamento dei programmi, un’abitudine forse anche esecrabile, che serviva a sbandierare qualche punticino di share in più sui giornali. Oggi c’è un risultato univoco che riguarda l’intera trasmissione. Se però andassero a guardare le curve degli ascolti, scoprirebbero che, se in una porzione del programma è avanti Canale5 per pochi punti di share, in quella immediatamente successiva li sorpassiamo. E si va avanti così fino a quando cediamo entrambi la linea. Ma, mi creda, parlare di televisione in questi termini è deprimente.

Ma si sa, ovunque se ne stia la ragione, è innegabile che quanto più una trasmissione sia in grado di offrire contenuti un po’ trash, tanto più gli ascolti tenderanno a premiarla. E Insegno cosa ne pensa di questo ulteriore aspetto interno alla battaglia degli ascolti?

E lo viene a dire proprio a noi che realizziamo l’unico programma del pomeriggio dove non ci sono racconti di morti ammazzati o figli da ricongiungere o liti in famiglia da ricomporre? Non credo che a dovere fare ammenda siano “Domenica In” e il suo pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.