Storia di William Masvinu, l’uomo più brutto del mondo

William Masvinu è un uomo di 38 anni che vive in Zimbabwe (Africa). Potrebbe essere uno dei tantissimi uomini sparsi sul pianeta Terra, ma il titolo vinto ad un recente concorso sembra averlo proiettato in tutt’altra dimensione! Già, perchè William ha conquistato l’agognato premio di Mr. Ugly (mister bruttezza) classificandosi come l’uomo più brutto su scala mondiale.

Il tempo e i media ci hanno abituati ad assistere ai concorsi di bellezza, ma probabilmente anche quello di bruttezza pare avere un eco mediatico senz’altro interessante. Ed è proprio su questo fattore che Masvinu prova a giocarsela: dato che esser brutto non possa certo dirsi una gran bella conquista, a questo punto William spera che lo chiamino per qualche pubblicità così da rendere remunerativa la sua condizione!

Ma al di là del beneficio meramente pratico, Masvinu vede nella sua bruttezza anche un risvolto filosofico di grande impatto: “Essere brutti non è per forza una maledizione: io lo vedo come un dono che Dio mi ha fatto e di cui devo essere orgoglioso. La mia faccia, in fondo, mi rende speciale.” 

Ma Masvinu è anche altro: come sottolinea la sua stessa moglie, quest’uomo ha dalla sua delle doti che lo rendono quanto meno bello d’animo. E’ gentile, allegro ed ha uno spiccato senso dell’umorismo, o almeno questo è quanto riferisce la signora Masvinu.

La vita di William scorre quindi nel solco di un’eterna contraddizione: quella che fa sì che un difetto possa trasformarsi in un vero punto di forza. Ma le cose non sono sempre andate per il meglio, poiché la bruttezza di William è stata anche ragione di diverse sofferenze: “Mia madre è morta quando avevo solo tre anni, e a quel punto nessuno aveva intenzione di prendersi cura di me o mandarmi in qualche scuola solo per colpa del mio aspetto fisico.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.